Banchetto a Corte - Musiche, Danze e Pietanze nel Rinascimento

Banchetto a Corte - Musiche, Danze e Pietanze nel Rinascimento

PROGETTO INSERITO TRA I "TAVOLI TEMATICI" DI EXPO' 2015

Si tratta di un approccio di tipo storico alla gastronomia italiana attraverso la riproposizione di una cena alla corte di un principe a cavallo tra '500 e '600.

Alla tavola del principe anche il cibo è spettacolo.

Nel banchetto rinascimentale una sola parola d'ordine: stupire il convitato con vivande prelibate, danze, musiche, intrattenimenti e splendidi “aparamenti”. Tale cena verrà realizzata - quando possibile - all'interno di palazzi storici in cui verrà riproposto l'ambiente e lo spirito di quel tempo attraverso il cibo, la musica, il canto e la danza. I commensali saranno accompagnati in questo viaggio nel tempo da una “artista delle cucine” che presenterà ciascuna portata con informazioni sulla sua origine ed ingredienti. Durante il pasto musici, cantanti e danzatori (sempre in abito storico) allieteranno i presenti con suoni e movimenti che aiuteranno i convitati a sentire ancor più il fascino del tempo antico:

il cibo diviene pertanto il vero centro attorno a cui ruota tutto lo spettacolo.

Si ripropone un banchetto, con portate tratte dalla «Opera» - trattato di cucina - di Bartolomeo Scappi (Dumenza (VA) 1500 – Roma 1577) cuoco alla corte pontificia di Papa Pio V a cui venne dedicato il libro. Gli ospiti saranno allietati da danzatori in abiti storici che proporranno danze ricostruite sulla base dei trattati dei più importanti maestri di danza dell'epoca: il romano Fabritio Caroso, il milanese Cesare Negri ed il francese Thoinot Arbeau. È prevista la presenza di un gruppo di musici che eseguiranno brani musicali con strumenti antichi ricostruiti fedelmente su modelli originali le cui melodie allieteranno gli astanti ed accompagneranno i danzatori ed i cantanti che proporranno brani sul tema dell’amore, del bel vivere, del ben bere e del buon mangiare…

 

Evento patrocinato anche da "SistemaComo2015"

e "Canto della Terra 2015"